L'esposizione della scultrice aostana visitabile fino al 4 febbraio 2018

marina_torchio

Un dialogo tra il tempo, indefinito, e il sacro nella sua dimensione individuale che prende forma grazie a sculture in grès. Questo è Primitivo Femmineo, la mostra di Marina Torchio allestita negli spazi espositivi del Parco archeologico di Saint-Martin-de-Corléans, ad Aosta.

 

La scultrice aostana espone stalagmiti, un simbolo di tempo infinito senza inizio e senza fine, donne-veneri che racchiudono al loro interno la sacralità dell’essere; recipienti e totem; tutte opere realizzate in grès con supporti in ferro.

Vicino alla mostra, il parco archeologico che racchiude i reperti risalenti a diverse età, dal Neolitico recente (fine del V millennio a.C.) attraverso tutta l'Età del Rame (IV-III millennio a.C.), fino all'Età del Bronzo (II millennio a.C.).

La visita all'esposizione è compresa nel costo del biglietto d'entrata all'area megalitica ed è di 7 euro per il biglietto intero, 5 euro per il ridotto; 2 euro per i minori dai 6 ai 18 anni.

La mostra sarà aperta sino al 4 febbraio 2018, con i seguenti orari: da maggio a settembre 2017 dalle 9 alle 19, tutti i giorni; da ottobre 2017 a febbraio 2018: martedì - domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, chiuso lunedì.