Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti
Clicca sul bottone arancione per maggiori info; cliccando sul bottone verde o continuando la navigazione si accetta l'uso dei cookie

L'esposizione è visitabile fino al 31 ottobre

A Gignod è in corso una mostra che avvicina culture distanti migliaia di chilometri accomunate da un elemento: la tradizionale passione per l'artigianato. Parliamo dell'esposizione temporanea Maschere e... artigianìa dal mondo, visitabile fino al 31 ottobre.

Le 150 maschere lignee indossabili esposte nelle sale del Main - Maison de l'Artisanat International situato nella Maison Caravex provengono da collezioni private e musei dell'Arco Alpino (Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Svizzera) e dall'Africa, dall'America, dall'Asia, dall'Oceania. Diverse e allo stesso tempo simili tra loro, testimoniano il savoir faire di rispettive culture così lontane e così vicine.

Anche la Valle d'Aosta ha nella sua tradizione popolare la maschera in legno - le vezadjéye. E' un oggetto però spesso dimenticato e messo da parte rispetto ad altri elementi del Carnevale tradizionale esteticamente più belli e "moderni". Nella mostra di Gignod tuttavia le vezadjéye tornano protagonista: le ultime esistenti, risalenti alla fine dell'Ottocento, sono infatti esposte per l'occasione in via eccezionale al Main.

Solo recentemente l'antica tradizione valdostana delle maschere lignee sta conoscendo una nuova vita. Ne è testimonianza anche la scelta di questo oggetto come ciondolo souvenir della millenaria Fiera di Sant'Orso di Aosta, l'evento che rappresenta al meglio l'arte e la tradizione dei maestri artigiani della Valle d'Aosta.