Aprirà nel 2018 ad Aosta l'esposizione sul dipinto e il Raffaellismo di Guido Reni

strage-innocentiparticolare

"La strage degli Innocenti", dipinto del 1611 di Guido Reni, è il protagonista assoluto della mostra che si svolgerà dal 13 Gennaio 2018 presso il Museo archeologico regionale di Aosta, in piazza Roncas.

Attorno all'opera della collezione della Pinacoteca nazionale di Bologna, realizzato per la cappella Berò della Chiesa di San Domenico di Bologna, ruota la mostra-dossier con il suo percorso espositivo arricchito da apparati multimediali.

La pala d'altare, un olio su tela di grandi dimensioni (cm 268x170), mette in evidenza le straordinarie doti pittoriche dell'artista, narrando il drammatico episodio del Vangelo di Matteo con insuperata efficacia espressiva. La mostra, curata Mario Scalini ed Elena Rossoni, presenta inoltre per la prima volta una Testa di Madonna attribuita a Raffaello proveniente dalle Gallerie Estensi di Modena. E' un'occasione unica per poter ammirare due opere straordinarie, accostate all'insegna de "Il Raffaellismo di Guido Reni”, secondo la tesi curatoriale.

L'esposizione "La Strage degli innocenti. Manifesto del Raffaellismo di Guido Reni" resterà aperta sino a domenica 18 febbraio 2018, dalle ore 9 alle 19, tutti i giorni. Il costo del biglietto d'ingresso intero è di 6 euro e ridotto di 4 euro; 4 euro è il costo anche per i soci del Touring Club Italiano e 3 euro per quelli Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Il Giornale della mostra, con testi di Mario Scalini, Elena Rossotti, Daria Jorioz e Anna Pelagotti è in vendita a 4 euro.